Pubblicato in: Recensioni

Tequila a colazione

Titolo: Tequila a colazione

Autrice: Erica Orloff

Casa Editrice: Harlequin Mondadori

Genere: Romanzo

Pagine: 234


Erica Orloff vive nella Florida Meridionale. Per il personaggio di Roland Riggs si è ispirata a J.D Salinger e al Giovane Holden. L’ironia è un elemento imprescindibile dello stile di questa autrice molto nota ai lettori americano. Tequila a colazione è il romanzo di debutto nella colonna Red Dress Ink.EricaOrloff85292427_o


Trama:

Cassie Hayes, 33 anni, single, ha un pessimo carattere (chiedetelo al suo ex marito), un’ottima reputazione come editor (chiedetelo al suo capo e ai suoi autori), vive di tequila (anche a colazione), non cucina mai (a meno che non si consideri il caffè un pasto), dorme fino a tardi (quando non lavora), ha notevoli difficoltà a lasciarsi andare ai sentimenti (tutta colpa della madre!) e ha una ben strana vita sessuale (lunghe conversazioni telefoniche a sfondo erotico con un uomo mai incontrato fanno una vita sessuale?)

Finchè Cassie non si trasferisce sulla paradisiaca isola di Sanibel per lavorare all’attesissimo romanzo di Roland Riggs, l’autore del libro che trent’anni prima ha dato voce a una generazione, uno stravagante eremita circondato da animali, dalla disco music e dalla cucina piccante di una sensuale governante messicana.

Tra il riaprirsi di vecchie ferite, qualche lezione di ballo e un giornalista impiccione, la sua vita è destinata a cambiare.


 

“Ogni volta che qualcuno sceglie di scomparire, sembra che la gente non riesca ad accettarlo”

“Se fossi andata a Londra e le cose non fossero state perfette, non avrei potuto scegliere tra Invia o Cancella. La vita reale era un casino. I bagni incasinati li potevo gestire. L’amore no.”

“Il tempo si apriva davanti a me, sconfinato come il paesaggio”

“Mi accusava di scappare da qualcosa. Io pensavo di correre verso qualcosa.”

“Gli sdolcinati sono quelli che credono alle stelle, agli angeli e alle fate. Sono quelli che credono all’amore a prima vista e all’anima gemella. Gli sdolcinati sono gli unici che sopravvivono alla vita.”

“Cercò ancora di farsi amare al di là dell’oceano che ci separava”

“Niente è perfetto. E Niente è per sempre. Le due verità della vita”

“Qualunque uomo che viva con una donna e pensi di poter scegliere con la propria testa , è uno sciocco.”

“Spero che tu capisca che l’imperfezione è una cosa bella”

“L’amore non è mai perfetto. Ma è solo così che si può amare”

“Con ogni storia che mi raccontava sentivo una parte di me che se ne andava, trasportata dalla marea. Una parte di me che scivolava via senza fare rumore, fino a quando non ero tanto indurita e corazzata contro il dolore da credere che non vi fosse rimasto niente.”

“Alcuni libri servono solo a chi li ha scritti”

“Quella casa era vicina all’acqua, era piena di piante e di animali, ma Riggs aveva ragione: la morte incombeva ovunque, come un bonsai riuscito male”

“A volte la morte non ha senso”
“Il giorno successivo non era cambiato nulla. Ed era cambiato tutto.”

“È questo il bello di essere uno scrittore, o un editor; se non ti piace la fine della storia, puoi sempre riscriverla”

“Tutto era uguale, ma probabilmente io era diversa”

“Il dolore può renderti schiava”

“A volte, nella vita, prendi quello che puoi avere. A volte quello che puoi avere non è sufficiente”

“Ti innamori di una persona e decidi di restarle accanto per tutta la vita, e lei ti muore. Ci si lascia sempre alla fine, in un modo o nell’altro.”


 

Tequila a colazione è il primo romanzo della collana Red Dress Ink che io abbia mai letto. La trama è intrigante e ben sviluppata. I personaggi sono molto realistici e coinvolgono il lettore all’interno della propria vita e storia. Il romanzo affronta tematiche a tratti leggere e a tratti importanti. Quando la Orloff si insinua in tematiche serie quali la morte, il rapporto tra genitori e figli e la ricerca di sé stessi non conclude le proprie riflessioni e questo risulta decisamente uno dei difetti più evidenti di Tequila a colazione. Si deduce quindi che in un romanzo così piacevole, leggero e scorrevole, l’aggiunta di tematiche tanto pesanti buttate semplicemente lì e non sviluppate, sia solo un  modo per “allungare il brodo”. Vi sono inoltre troppi personaggi all’interno della storia, si fa fatica a capire quali occupino il ruolo di personaggi principali e quali invece siano da considerare semplicemente comparse . Ho adorato lo stile di questa scrittrice ben nota ai lettori americani forse un po’ meno nota agli italiani, che affronta con ironia e leggerezza la vita e tutto ciò che siamo costretti ad affrontare per diventare le persone che siamo. In linea generale Tequila a colazione mi è molto piaciuto, è una lettura poco impegnativa e decisamente consigliata per le storie raccontate, per le tematiche affrontate ( anche se sarebbero dovute essere sviluppate in maniera più ampia) e soprattutto per i personaggi descritti al suo interno che con la loro ironia e simpatia riescono a far vivere e a regalare emozioni indescrivibili.

Stile: 7/10

Contenuto: 7/10

Piacevolezza: 7/10

Voto complessivo: 7/10

Consu

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...