Recensioni

Io Sono La Pioggia- Recensione

corradiniTitolo: Io Sono La Pioggia

Autore: Beatrice Corradini

Casa Editrice: Centuria

Genere: Romanzo di formazione a tema adolescenziale

Pagine: 349

Beatrice Corradini studia Letteratura italiana moderna e contemporanea. Ama tutto ciò che è poesia, vintage, punk, fantascienza e chimica, e quando non è impegnata a scrivere e disegnare è possibile trovarla intrappolata su Skyrim. Sue principali ispirazioni e aspirazioni sono Stefano Benni e Douglas Adams.

IMG_20170227_175058-320x458.png


Trama:

Quando la porta dell’aula si apre e al posto del tuo solito prof di italiano entra un tizio che sembra un vampiro, bello e ironico. Quando te lo ritrovi sul palco di un concerto, tatuato fino al collo, ma sei ubriaca e fai una figura imbarazzante. Quando assieme a una nuova compagna di banco molto punk entri in rotta di collisione con i pessimi individui del centro sociale di estrema destra poco lontano dalla scuola, e cominci a frequentare un po’ troppo le armi da taglio. Be’, allora la quinta liceo diventa interessante. Nel senso di complicata. Nel senso di pericolosa per l’incolumità fisica tua e dei tuoi amici. Ma Andrea, un nome da ragazzo e un’anima da poetessa punk, di fronte a tutto questo non si tira certo indietro: è una ribelle, lo è anche il professor Primo Parisi, e forse il tempo e il luogo in cui si sono incontrati sono proprio quelli giusti per la ribellione. A dispetto di ogni buonsenso, sono quelli giusti anche per l’amore. Che sboccia come i fiori tra le sterpaglie, controvoglia, contromano, tra un’occupazione scolastica che si trasforma in guerriglia e una gita galeotta a Manchester…


Citazioni Preferite:

“Senti quello che sento io, lo so dal primo momento in cui ti sei vista diversa. Perché tu sei diversa, Andrea, anche se ho passato mesi a raccontarmi il contrario e a farti credere che fossi un’ombra fra le tante. Non è così. Nessuno è un’ombra fra le tante”.

“Ci sono sentieri che non bisogna percorrere, mostri che non devono essere sfidati, boschi in cui non ci si deve addentrare senza luce. Primo era quel mostro. E le stava chiedendo di seguirlo dove nessuno era mai arrivato.”


Opinione personale:

Con grande piacere, vi presento l’esordio letterario di Beatrice Corradini : ”Io sono la pioggia” edito da “Centauria”.

Da molto tempo, non trovavo un libro capace di suscitare in me emozioni così forti. Un libro che ho amato dalla prima pagina fino all’ultima.

“Io sono la pioggia” è stato fin troppe volte definito uno young adult, non tenendo conto delle vere tematiche che in realtà tratta il romanzo : “Amore, Adolescenza, Rapporti familiari e amicizia”. Tutti argomenti che per il loro spessore e, per il modo in cui vengono affrontati, rendono il libro qualcosa di più di un semplice young adult, new age. “Io sono la pioggia” va più che altro considerato un romanzo di formazione a tema adolescenziale.

Andrea, la protagonista, è un’adolescente amante della musica Rock, un po’ punk, rivoluzionaria, sognatrice e soprattutto testarda. In sella alla sua Sally, la bicicletta nonchè amica di tutta una vita, va in giro per la città vivendo un’adolescenza all’insegna di amicizie “particolari”, amori che non dovrebbero sbocciare ma che, inesorabilmente nascono, libri e musica. Tenendosi alla larga da tutto ciò che le sue spocchiose compagne di scuola considerano “cool”.  La sua storia, o almeno quella del suo ultimo anno di liceo che cambierà per sempre la sua vita, vi farà emozionare, sorridere e anche disperare.

La Corradini riesce a creare subito empatia tra i protagonisti e il lettore in questo forte legame che si tramuta in una sorta di patto tacito nel quale il lettore promette di “supportare” Beatrice e Primo, e loro si impegnano a non deluderlo.

Primo, personaggio enigmatico con tanti demoni nel suo passato che sembrano voler tornare dal regno degli inferi per trascinarlo all’inferno insieme a loro, dovrà lottare con tutto se stesso per riuscire ad andare avanti e, a non lasciare che il suo passato distrugga il suo futuro.

Professore posato, serio ed anche un po’ severo di giorno, cantante punk-rock di notte. Ed è proprio durante uno dei suoi concerti che Andrea ha la possibilità di conoscerlo davvero. Un sentimento sincero nasce tra i due che lo considerano come una disgrazia, non tanto perché Primo è il professore di Andrea bensì perché proprio il suo migliore amico, Jaco, colui che per anni è stato la sua unica famiglia, finisce per innamorarsi della ragazza che ama.

Per anni Primo non ha lasciato penetrare la corazza che si è costruito, a nessuno a parte Jaco. La presenza di Andrea è una piacevole sorpresa che riesce a fargli riscoprire la gioia di vivere. Il suo passato lo tormenta ancora ma, con l’aiuto di quella ragazza testarda, riuscirà ad andare avanti.

Un amore tormentato ma sincero. Non è il solito amore strappalacrime da romanzetto young adult, è un amore capace di cambiare profondamente i due protagonisti quando, finalmente riusciranno ad accettarlo e ad abbandonarsi totalmente ad esso.

Da contorno alla loro storia d’amore, vi sono i problemi adolescenziali più frequenti quali “La scelta degli amici, l’esclusione, il sentirsi diverso, la ricerca di se stessi, le prime esperienze amorose, i problemi familiari, la famiglia che quasi mai ti comprende e la necessità di trovare un posto nella società e scoprire chi si vuole diventare e cosa si vuole fare per tutta la vita. La paura di deludere chi ti ha messo al mondo e la necessità di seguire le proprie inclinazioni, anche con la consapevolezza di sbagliare, l’importante è non avere rimpianti.”

1920x892-corradini2

Altre tematiche importanti affrontate all’interno di “Io sono la Pioggia” sono: l’amicizia, il passato che ritorna, la necessità di affrontare i problemi e i propri demoni, la capacità e la necessità di perdonare noi stessi per errori già commessi  e la capacità di riuscire a dare a noi stessi un’altra opportunità, che forse la meritiamo più di chiunque altro.

L’epilogo vi sorprenderà e vi farà scoppiare il cuore di gioia. Non vi anticipo nulla, vi dico semplicemente che è un finale aperto ovvero che dà la possibilità al lettore stesso di immaginare come si è svolta davvero la storia. Forse questo è l’unico difetto del libro in quanto avrei preferito che fosse la scrittrice a dare una fine a questa storia e a questi protagonisti ai quali mi sono davvero affezzionata .

Dopo averci pensato e ripensato, mi sono convinta che forse è stato meglio così in quanto alle volte il finale immaginato e desiderato dal lettore è meglio di qualsiasi cosa possa scrivere l’autore stesso in quanto i personaggi sono un po’ come figli che, nel momento in cui raccontano le proprie storie diventano un po’ più del lettore e, sempre meno di chi li ha ideati e dato loro la vita. Il lettore riesce ad affezzionarsi a loro ancora più dell’autore e, non riesce più a lasciarli andare. Questo è ciò che è successo a me e vi auguro vivamente le stesse emozioni.

“Io sono la pioggia” può essere amato o odiato, non ci sono vie di mezzo. Avrete ormai capito, che io mi sono follemente innamorata di Andrea, Primo, Jaco e Dana (Di cui non vi ho parlato per non rovinare il finale) e, delle loro storie.

Con uno stile semplice ma d’effetto, Beatrice Corradini ci porta all’interno della vita di Andrea, Primo e tutti i loro amici, raccontandoci anche un po’ della sua vita e del suo vissuto. Con semplicità si insinua nel panorama letterario con un esordio di gran effetto e, soprattutto, meritevolissimo.

Aspetto con ansia un seguito delle avventure di Andrea, ma, se non dovesse arrivare, conservo nel mio cuore questa ragazza stravagante e il suo professore/cantante punk-rock e amante dei classici per i quali ho immaginato un finale tutto mio. E voi?

Stile: 8/10

Contenuto: 8/10

Piacevolezza: 8/10

Voto complessivo: 8/10

Buona lettura!

Consu Tiralongo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...