Segnalazioni

Due Cuori In Affitto – Segnalazione

due-cuori-in-affitto-x1000.jpgTitolo: Due Cuori In Affitto
Autore: Felicia Kingsley
Genere: Romance
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Pagine: 352
Prezzo Cartaceo: 10,00 €
Data di uscita: 9 Maggio 2019

Felicia Kingsley è nata nel 1987, vive in provincia di Modena e lavora come architetto. Matrimonio di convenienza, il suo primo romanzo inizialmente autopubblicato, ha riscosso grande successo in libreria con Newton Compton ed è diventato il secondo ebook più letto del 2017. Stronze si nasce e Una Cenerentola a Manhattan sono stati nella classifica dei bestseller per settimane. Due cuori in affitto è il suo quarto libro. Per saperne di più: http://www.feliciakingsley.com

image005


Trama:

Summer ha ventisette anni ed è californiana. Blake ne ha quasi trentatré ed è un vero newyorkese. Lei aspira a diventare una sceneggiatrice di successo, ma per ora è solo assistente del direttore di produzione di una serie tv. Lui è uno scrittore da svariati milioni di copie e i suoi bestseller sono sempre nella classifica dei libri più venduti. Summer è fidanzata con un uomo molto più grande di lei, mentre Blake è single per vocazione. Lei è una persona ordinata, precisa e mattiniera, fa yoga e beve tè verde; lui fa colazione con un Bloody Mary e due sigarette, vive nel caos e non si sveglia mai prima delle due del pomeriggio. Summer e Blake non hanno proprio niente in comune, a parte una casa delle vacanze negli Hamptons, che per un mancato passaggio di informazioni è stata affittata a entrambi. Qualcuno se ne deve andare, ma tutti e due hanno ottime ragioni per restare. E le ragioni potrebbero aumentare con il passare dei giorni…


Non Perdete questa nuovissima uscita targata Newton, potete acquistarla qui.

Segnalazioni

Su Questa Pietra – Segnalazione

978880470923HIG-343x480.jpgTitolo: Su Questa Pietra

Autore: Sergio Ramazzotti

Genere: Narrativa contemporanea

Casa Editrice: Mondadori

Pagine: 180

Prezzo Cartaceo: 17,00 €

Data di uscita: Marzo 2019

SERGIO RAMAZZOTTI (Milano, 1965) è fotografo, reporter e scrittore. Ha vinto due volte il premio Enzo Baldoni per reportage da territori di guerra. Tra le sue pubblicazioni, Vado verso il capo (1996), La birra di Shaoshan (2002) e Afrozapping (2006), tutti editi da Feltrinelli, e Ground zero Ebola (Piemme, 2015).

0015787FAU-270x270.jpg


Trama:

Sergio fa il reporter e, portando avanti un progetto su coloro che vanno all’estero per motivi di salute, si imbatte in un’opportunità spiazzante: accompagnare in Svizzera un uomo che ha organizzato il proprio suicidio assistito e passare con lui le sue ultime 72 ore. Sergio accetta. Questa è la storia vera di quelle 72 ore e dei millequattrocento chilometri che i due uomini hanno percorso insieme: dal momento in cui si stringono la mano fuori dall’aeroporto di Napoli fino a quello in cui Pietro preme il pulsante per togliersi la vita sul lettino della clinica svizzera gestita da Erika, “angelo della morte” di cui Sergio ci racconta la quotidianità e la scelta di vita.
Per Pietro questo viaggio è il capitolo finale di una strada lunga e dolorosa: dopo gli infiniti consulti medici e la diagnosi senza speranza – una malattia neurodegenerativa destinata a ridurlo a un vegetale – pensava che la decisione di ricorrere al suicidio assistito fosse l’epilogo del suo percorso. Invece era l’inizio: per poter accedere alla dolce morte, infatti, bisogna aspettare dai medici svizzeri la “luce verde”, ovvero il permesso a procedere.
Con sguardo delicato e rispettoso, con la capacità di mettersi continuamente in gioco e con una scrittura elegante e densa, Ramazzotti accende nel lettore un vero e proprio duello etico interiore e mette in moto un’altalena di emozioni contrastanti che culminano con la sorpresa per il colpo di scena finale, un evento capace di rimettere in discussione tutte le nostre certezze.


La storia di un uomo che viaggia verso la Svizzera per ricorrere al suicidio assistito, raccontata da una prospettiva irripetibile: quella del testimone disposto a mettersi completamente in gioco.


Non perdete questa nuovissima uscita targata Mondadori, potete acquistarlo qui.

Segnalazioni

Tutto Quello Di Cui Ho Bisogno – Segnalazione

Tutto quello di cui ho bisogno copertina.jpegTitolo: Tutto quello di cui ho bisogno

Autrice: Debora Ferraiuolo

Serie: The Breathless Series – Volume 1

Genere: Narrativa contemporanea

Casa Editrice: Ultra

Pagine: 336

Prezzo Cartaceo: 15,90 €

Data di uscita: 25 Ottobre 2018

Debora Ferraiuolo nasce nel 1991 nella provincia di Napoli, dove vive tutt’ora. Laureata in economia aziendale, si diletta nella scrittura, coltivando così , nel tempo libero, la sua più grande passione; nata durante l’adolescenza. Nel 2016 conosce il mondo di Wattpad ed è proprio qui che prende vita questo romanzo, il primo della trilogia “The Breathless Series”.

12.jpg


Trama:

Daniel Myers è un ventunenne senza scrupoli con la paura di legarsi. Odia le relazioni e tutto quello che riesce a renderlo vulnerabile. Da quando Candice, la ragazza di cui è da sempre innamorato, lo ha usato per far ingelosire un altro riducendo il suo cuore in mille pezzi, nella sua vita non c’è più spazio per le emozioni. Poi conosce meglio Aurora James, figlia di amici di vecchia data dei suoi genitori, la diciottenne più testarda, orgogliosa e ostinata nei confronti dell’amore che abbia mai incontrato. Ed ecco che succede qualcosa: i loro mondi lontanissimi si attraggono inevitabilmente fino a scontrarsi, e loro si ritrovano catapultati in uno spazio inesplorato in cui coesistono odio e amore, disincanto e stupore, sogni e realtà.  Da quel momento, niente sarà più lo stesso.


Potete acquistare il libro su Amazon e su IBS .

Buona Lettura!

Consu

 

 

 

 

Segnalazioni

Il Colore Del Caos – Segnalazione

coverTitolo: Il colore del caos

Autrice: Giovanna Roma

Casa Editrice: Self Published

Genere: Forbidden romance

Pagine: 394

Data di Pubblicazione: 14 dicembre 2017

Prezzo E-book: € 2,99

Giovanna Roma è nata e cresciuta in Italia e ha viaggiato sin da bambina. I generi che legge spaziano; dal thriller alla psicologia all’erotico, fino ad arivare al dark romance. è solita concedere sempre una seconda possibilità anche agli autori che meno la affascinano. Autrice dei romanzi “La mia vendetta con te”, il suo sequel “Il Siberiano“, lo storico “Il patto del marchese” e la serie dark “Deceptive Hunters“.


Trama:

Lui indossa jeans e tatuaggi. Io una divisa scolastica.
Lui ha un lavoro che ama, io una vita che odio.
Scott Turner è uno stronzo ventisettenne. Io, Allison Newborn, ammetto di essere una sedicenne difficile da gestire.
Gli sono caduta tra capo e collo e per questo crede di dettare le regole. Certo, continua a ripetertelo.
Abbandonata al lusso di una vita agiata, con due genitori sempre presi da sé stessi, è difficile obbedire agli ordini.
Tutto in lui gli urla di starmi lontano.
Tutto in me prega di combattere dei sentimenti che dovrei rinnegare.
Non abbiamo scelta, siamo costretti a trovare l’armonia in questo caos.
A volte gli incontri avvengono nel tempo sbagliato.
Ci trasformano per sempre.
Ci costano tutto.
Cos’altro può accadere a un amore proibito?


Potete acquistare il libro su Amazon , iTunes e Gplay.

Buona lettura!

Consu

Segnalazioni

At World’s End: Wanted Pirates – Segnalazione

FB_IMG_15173357170946741Titolo: At World’s End: Wanted Pirates

Autrice: Sabrina Pennacchio

Casa Editrice: WritersEditor

Genere: Romanzo Storico/Avventura/Drammatico/Sentimentale

Data di Pubblicazione: 11 Marzo 2018

Prezzo E-book/Cartaceo: 7,50 / 15,00

Sabrina Pennacchio nasce a Napoli il 10 – 02 – 1991
Costretta ad abbandonare gli studi di arte e moda, decide di dedicare gran parte del suo tempo alla sua più grande passione: ” la scrittura ”.

At World’s End: Wanted Pirates è il suo romanzo d’esordio, edito dalla WritersEditor.

Trovate l’autrice sulla sua FanPage facebook, su Instagram e su Twitter

FB_IMG_15209438331132325


Trama:

«Nel frattempo prenderò il tuo tesoro più prezioso, signor generale»

XVIII Secolo – Oceano Atlantico
Alcuni narrano che Calico Jack, il più temuto fra tutti i pirati, sia stato giustiziato in Giamaica molti anni orsono; altri narrano, invece, che questi sia tornato dal mondo degli inferi dopo un accordo con Satana, per continuare a terrorizzare i mari indisturbato.
Eppure, nonostante ciò che si vocifera, un giorno un uomo che tutti conoscono come il temuto Calico Jack, rivendica la taglia sulla sua testa, lanciandosi in uno spietato attacco alla nave della Marina Britannica, per rapire la figlia del generale di ritorno dai paesi d’oriente.


Estratto Capitolo 2:

Il corpo di Marina Charlotte Surcouf toccò il ponte della Tempesta dei Mari nel preciso istante in cui Calico Jack la lasciò andare, senza preoccuparsi minimamente di quell’esile corpo che urtava senza eleganza il legno del pavimento che lo rivestiva.
«Non solo siete un uomo di bassa lega, ma siete anche un villano!»
Chiuse un occhio, all’impatto, massaggiandosi poi la spalla dolorante nel momento in cui riuscì a sedersi. Se fosse spaventata? Questo era ovvio, ma forse al momento la rabbia era l’unico sentimento che riusciva a prevalere su di lei, non riuscendo ancora a farle capire per bene quale fosse la sua situazione.
«Perdonate la scortesia, Mademoiselle,» la schernì il pirata, mentre fingeva un mezzo inchino alla bella signorina dell’alta borghesia inglese, «non vorrei mai recare offesa a Miss Surcouf».
Il sorriso continuò a rigare il suo volto, nascosto dalla frangia bionda solo qualche istante prima, anche quando si rimise composto.
«Io e i miei uomini faremo in modo che sua signoria conduca un piacevole viaggio e abbia a disposizione le comodità che più si addicono a colei che è appena tornata dai Paesi d’Oriente».
Un coro di rozze risate echeggiò nell’aria e in quel momento Marina Charlotte arrossì di rabbia. Poco importava come avesse ricevuto simili informazioni, che dimostravano quanto sin dall’inizio lei fosse stata etichettata come ostaggio perfetto. Se avesse potuto lo avrebbe preso a ceffoni! Ma non era il caso di far ancor più la spavalda, e ciò che la convinse di questo fu quel che notò nel guardarsi intorno: una sessantina?
Forse di più, erano gli uomini presenti su quell’imbarcazione e ognuno di loro non aveva di certo buone intenzioni, né con lei né con nessun altro, a quanto pareva.


Estratto Capitolo 16 :

«Solitamente si va a destra, a sinistra, o al centro?»
Non era poi una vera e propria domanda, piuttosto un qualcosa da presa in giro. Marina Charlotte non si spiegava come potessero trovare avvincenti e appassionanti delle ricerche del
genere; ma forse in circostanze differenti, anche lei avrebbe
avuto negli occhi la stessa luce di Calico. Ma da prigioniera, di certo non poteva divertirsi.
«Solitamente simili grotte conducono tutte allo stesso punto. Alcune ti portano a destinazione tranquillamente e altre, quelle più ovvie, ti fanno rischiare la pelle».
«Ah, che divertimento. Quindi praticamente state dicendo di andare alla cieca a rischiare la pelle. Divertente, sì, sul serio, non potevo desiderare di meglio. Continuo a pensare che fosse meglio restare sulla nave con la vostra ciurma».
«Quanto siete melodrammatica».
Jack afferrò una mano di Marina che, appena spaventata, si stava tirando indietro in un gesto spontaneo ma che non
aveva per niente l’aria di chi voleva scappare a gambe levate.
«Vi divertirete. Mi divertirò. Troveremo il tesoro e torneremo sulla nave in attesa di notizie di vostro padre che, volenteroso, mi procurerà una taglia eliminata sulla testa e tutti vivremo felici e contenti».
«Siete euforico come non mai. Si vede che questo genere di cose vi mettono buon umore» constatò la rossa, abbassando appena il viso per guardare quella mano che stringeva la
propria in un gesto possessivo ma anche delicato.
«Beh, ma dopotutto non ho alternative se non quella di seguirvi, giusto? Quindi direi di sbrigarci e chiudere qui questa insulsa faccenda. A meno che voi non vogliate attendere la vostra ciurma prima di muovere un solo passo».
E si, doveva ammettere che quella era un po’ una frecciatina.
«Credete che abbia bisogno della loro scorta per muovere un singolo passo?»
Uno sbuffo di scherno uscì dalle labbra dell’uomo che, in tutta risposta, mosse qualche passo e poi altri ancora verso la grotta alla loro destra, trascinando Marina con sé.
«Prenderemo la grotta che sfiorava la vostra posizione, quindi ritenetevi responsabile di tutto quello che capiterà da ora
in avanti».
«Quel sorriso non mi fa ridere, sapete?» inarcò un sopracciglio, non togliendo la sua attenzione da ogni angolo buio di quel posto illuminato soltanto da furtivi raggi di luce che filtravano chissà come e chissà da dove, in quella montagna fredda e abbastanza lugubre. Solo, di tanto in tanto, il rumore di gocce d’acqua cadenti sul terreno, risuonavano come una colonna sonora funerea. Forse era solo lei pessimista… ma la cosa le dava di brutto presagio.

Il cammino durò minuti e minuti interminabili in quell’oscurità che quasi stava iniziando a dar problemi agli occhi e finora nessuna via di uscita e nessun arrivo ad una qualsiasi destinazione.
Per di più: nessuna trappola.
Solo in quel momento anche a Calico balenò nel cervello l’idea che forse ci fosse qualcosa che non andava in tutto ciò.
Troppa quiete, troppa tranquillità, cosa poteva mai nascondere la torre del diavolo? Ci avevano già provato altri pirati,
prima di lui, a prendere il famigerato tesoro? E se sì, che fine avevano fatto? Poteva essere una ricerca a vuoto… o una ricerca pericolosa!
«Forse dovremmo fermarci a controllare per bene la situazione, prima di continuare a girare a vuoto» affermò, rallentando il l passo mentre si guardava intorno per trovare un posto
tranquillo dove fermarsi per un attimo.
E solo in quel momento lo notò, o meglio, li sentì: qualcuno che li seguiva «State indietro» sussurrò, spingendola dietro di sé in un gesto di galanteria non voluta.
«Chi va là?» urlò, cacciando la pistola dal suo fodero per poi sparare a vuoto dinnanzi a sé.
Qualcosa si mosse veloce nel buio e Marina si ritrovò ad urlare per lo spavento: erano circondati!


Fatemi sapere se la trama vi ha incuriosito!

Vi lascio qui di seguito i link d’acquisto:

Link d’acquisto casa editrice: acquistandolo nello store della casa editrice riceverete in omaggio un segnalibro con i personaggi della storia, disegnato dall’autrice, compreso di firma.

In libreria col codice ISBN: 9788894284690

Prossimamente su Amazon .

Consu

Segnalazioni

La mia fine, il mio inizio – Destini Intrecciati (Segnalazione)

Buonasera miei carissimi lettori,

oggi vi segnalo l’uscita del libro di una mia cara amica conosciuta su instagram : “La mia fine, il mio inizio. – Destini intrecciati. Vi lascio subito alla scheda generale e alla trama, Buona lettura!


368A0AF0-6161-4585-9BB7-F736960EB40D.jpgTitolo: La mia fine, il mio inizio – Destini Intrecciati

Autore: Francesca C. Cominelli

Casa editrice: Self Published

Genere: Romanzo Rosa

Pagine:  352

Prezzo ebook: 2,99 €

Prezzo Cartaceo :15,00 €

Data di pubblicazione: 18 Marzo 2018

Francesca C. Cominelli, Chicca per gli amici, è una ragazza di ventiquattro anni, nata in un piccolo paese vicino al Lago di Garda in cui vive insieme alla famiglia. La sua più grande passione è sempre stata l’equitazione e, proprio per questo, ha deciso di rendere i cavalli parte integrante del suo romanzo. È una neo laureata in Economia, ma nonostante ciò, è sempre stata appassionata alla lettura e alla scrittura. È una sognatrice incallita ed è proprio grazie ai suoi sogni e alla sua determinazione se è arrivata fin qui. È cresciuta con la lettura, è sempre stata una via di fuga, un momento in cui si poteva estraniare dalla realtà e vivere in un mondo diverso; d’altro canto, scrivere le ha permesso di liberare la mente e sfogarsi, mettere nero su bianco i suoi pensieri e creare un mondo tutto suo, immerso nelle praterie texane. La mia fine, il mio inizio – Destini Segnati è il suo romanzo d’esordio, il suo grido al mondo sull’amore e un messaggio per tutti i ragazzi vittime di bullismo.

Screenshot_20180113-155140.jpg


Trama:

Quando la vita della donna che ami è appesa a un filo, il tempo diventa essenziale. Vorresti non averlo sprecato. Vorresti aver potuto fare di più. Vorresti…

È proprio così che si sente Jared Cooper, il bel cowboy di Houston, dopo il grave incidente di Amanda.

La bella newyorkese, infatti, si trova tra la vita e la morte, e sarà proprio questa situazione che la porterà a fare un viaggio onirico nei meandri della sua mente. Viaggio che le farà mettere in discussione tutto quello che le è capitato da quando si è trasferita a Houston.

Anche in questo secondo volume della Destiny Trilogy, il destino metterà il suo zampino. E come se questo non bastasse, un ragazzo misterioso, fin troppo gentile, porterà non poco scompiglio nella vita di Amanda… e anche in quella di Jared.

Tra separazioni, fughe e rose nere, i due protagonisti riusciranno finalmente ad avere la meglio sul destino?


Fatemi sapere se la trama vi ha incuriosito.

A presto,

Consu

Segnalazioni

Blog Tour – Tutto Il Peso Di Una Caloria

Buon Pomeriggio Affezionati Lettori,

Paper Girl In a paper town vi porta una novità: un blog tour!

Sono lieta di ospitare qui sul blog la prima tappa del Blog Tour di “Tutto il peso di una caloria” di Sara Carnevale, edito da “Intrecci Edizioni”.

La prima tappa comprende la pubblicazione di un estratto e l’inaugurazione di un giveaway che trovate sul mio profilo instagram .

Detto questo, vi lascio alla lettura della scheda generale del libro e all’estratto.

Buona Lettura!


carnevale_cover_valido.jpgTitolo: Tutto il peso di una caloria

Autore: Sara Carnevale

Casa Editrice: Intrecci Edizioni

Genere: Romanzo di formazione

Pagine: 77

Sara Carnevale è nata a Viterbo nel 1989, si è laureata con Lode in Dietistica presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza e svolge la sua attività come libera professionista. In passato è stata consulente per il reparto di Riabilitazione Cardiologica Presidio Ospedaliero Salus Infirmorum. Ha vinto nel 2006 il concorso di poesia “Canto e Disincanto” sezione poesia ed è stata finalista del Premio Regionale Campiello Giovani XII edizione.


Trama:

Una mattina, all’improvviso, la vita di Paola viene sconvolta da un evento inaspettato: un infarto quasi ferma il suo cuore e le fa fare i conti con la sua obesità, troppo a lungo sottovalutata. Inizia così un percprso di riflessione e consapevolezza: se, da una parte, Paola non ricorda un solo periodo della sua vita in cui non abbia seguito una dieta, dall’altra, il ricovero in ospedale, nel reparto di Riabilitazione Cardiologica, rappresenterà l’occasione per seguire finalmente  una “dieta dell’anima”. Attraverso le pagine di un diario-confessione si snoda la storia di una donna che accetta di mettere in discussione la sua intra esistenza, nel tentativo di liberarsi dello scudo di grasso che le ha impedito di vivere a pieno. Si tratta di un cammino pieno di ostacoli e difficoltà, sempre in bilico tra passato e presente, proprio per questo ancora più emozionante e sorprendente.


Estratto: “Specchio Delle Mie Brame”

“Specchio specchio delle mie brame, che principessa vuoi essere nel reame? Vuoi vestirti dicolori sgargianti o nasconderti tra le pieghe di un abito? Anche oggi, figlia mia, ti ho visto farti questa domanda davanti allo specchio. E anche oggi hai annotato con scrupolosa precisione l’elenco dei tuoi difetti e delle cose che vorresti poter cambiare. Nella lista non hai lasciato nessuno spazio per il tuo bel sorriso che, quando esplode, mette in ridicolo una giornata di sole. Ma davanti allo specchio non potevi sorridere perché eri troppo preoccupata dai tuoi pensieri. Hai misurato centimetro per centimetro lo spazio tra le tue gambe, il volume della tua pancia e la forma del tuo bacino. Ti chiedi perché deve essere così ampio e non ricordi che per creare la vita serve spazio. Vorresti veder scomparire ogni centimetro che consideri inutile nell’architettura del tuo corpo, lo sogni senza curve, una lunga linea dritta che cancelli la paura di diventar donna. Lo so, ho avuto anche io paura di crescere.

Hai paura di non trovare la tua strada nel mondo, e di rimanere incastrata tra passi attaccati alle tue scarpe che non parlano di te. Che non esprimono ogni tuo piccolo desiderio. Quale strada è quella giusta, ti chiedi, e davanti hai mille strade. E mille consigli che proverai a seguire per non deludere chi ti guarda avanzare. Ti chiederai se un centimetro in più di pelle scoperta ti renderà solo un corpo da desiderare. Avrai la tentazione di scappare e nasconderti, di percorrere la strada in discesa per paura di sfidare la salita della tua ambizione. Questa vita richiede fatica come prezzo per la felicità. Lo so, perché anche io ancora lotto per non rinunciare a me stessa. Mi auguro che tu possa trovare il coraggio per scegliere, che tu possa sbagliare e avere la possibilità di restare a disperarti con le tue lacrime per cercare un nuovo inizio. Vorrei che tu fossi forte, così forte da non pensare di non avere un’altra possibilità. Vorrei che smettessi di annotare cosa non ti piace di te, e che iniziassi a godere di ogni centimetro del tuo corpo; figlia mia, solo uno ce ne viene concesso per provare a sentire. Non avere paura di sentire con tutta te stessa la vita che esplode e ti trafigge con i suoi dolori e le sue gioie. Stai dentro immersa nel fango, sporcati con gli sbagli, colleziona le soluzioni per i tuoi errori e, se non le troverai, lasciali come cicatrici da mostrare al nemico. Non sei perfetta e non lo sarai mai. Ama il tuo peccato e dimentica la colpa, non si vive di scelte sante. Cerca di perdonarti, perdona pure me per le parole che non saprò dirti. Perdona per prima anche se non ti aspetti di riuscirci, in questo gioco vincerai solo sorprendendo te stessa. Non lasciare che il cibo sia la sentenza che ti condanna. Non fare del tuo corpo il campo di battaglia su cui si sfideranno la tua identità e il senso del tuo andare. Lasciati crescere come un ramo che cerca la luce, sempre proteso verso l’alto, schivo delle tenebre. Sei una donna e come tale custodisci dentro di te un segreto che non sai ancora di avere, sai dare la vita ma non sai ancora prenderne a sufficienza per te. Prendere spazio con il tuo corpo, con la tua mente, con tutta l’armonia che saprai coltivare dentro e fuori da te. Ti guardi e non lo sai, ti guardi e pensi che potresti essere giusta solo se sparissero i tuoi fianchi. Ogni giorno ti chiedi se meriti di mangiare. Se meriti di essere amata. Pensi di poter resistere, e farlo ti fa provare una fragile forza. Sai che dovrai cedere, e se lo farai sarai persa nel tormento dei sensi di colpa per non saper resistere alle tentazioni. Il tuo animo è poco incline alle privazioni che da secoli torturano il corpo delle anime fragili. Alla fine cederai e, come me, penserai di non avere difese contro gli attacchi di fame che ti perseguiteranno. La fame sarà il tuo linguaggio per esprimere ciò che porti dentro e non sai comunicare con le parole. Avrai paura di non essere una brava figlia, di non essere brava a costruire relazioni con gli uomini, di non essere una buona madre, di indurre in tentazione senza libertà per i peccati. Spero che saprai andare oltre te stessa e i ruoli che troverai già pronti da indossare. Spero che camminerai con i tuoi sogni ben attaccati alla suola delle scarpe. E che saprai scavare alla ricerca di amore per te e per chi ti sarà accanto nella vita. Ma tu sei ancora davanti allo specchio e io resto in silenzio senza il coraggio di spezzare i tuoi pensieri e insegnarti a vivere. Tu sei lì e ti chiedi ancora chi vuoi essere, riflessa nello specchio, mentre io guardo te in silenzio, il mio riflesso più bello.”

– Tutto il peso di una caloria

Sara Carnevale


Vi lascio di seguito le altre tappe del Blog Tour. Non Mancate!

Blogtour_Carnevale.jpg

 

Vostra,

Consu Tiralongo