Pubblicato in: Senza categoria

Buon Natale a tutti anche se in ritardo 😘

A presto, 

Vostra Consu

Annunci
Pubblicato in: Senza categoria

Attenti a Gioia

Buon giorno miei cari ed affezzionati lettori. L’otto Dicembre si sta avvicinando così come i preparativi per questo Natale tanto atteso da grandi e piccini come il periodo più bello dell’anno.

Cosa ci fa capire che il Natale sta arrivando? Le città si riempiono di luci, le vetrine dei negozi si addobbano con soggetti natalizi, si intravede già qualche anima buona che corre a destra e a manca per comprare i regali ma soprattutto il Natale si sente nell’aria, c’è proprio odore di Natale in giro. Fortunato chi riesce a scorgere già i primi fiocchi di neve, io purtroppo vivendo nel Sud della Sicilia, non ho mai avuto modo di vedere la neve e così il mio sogno di fare un pupazzo di neve, rimarrà un sogno ancora per molto. Così mentre aspetto che scendano i primi fiocchi  ( dovrò aspettare ancora per molto) e mi deprimo guardando quei film americani natalizi in cui i bambini aprono l’uscio della porta e si buttano sulla coltre di neve, vorrei porre sotto analisi insieme a voi ,che mi seguite con affetto da Giugno di quest’anno, alcuni elementi che mi hanno lasciata del tutto perplessa.

L’arrivo del Natale dovrebbe renderci tutti più buoni. L’inclinazione al perdono aumenta notevolmente durante questo periodo, o almeno dovrebbe. Personalmente, non riesco proprio ad essere buona con chi si arrichisce grazie al lavoro, alla mente, e alla fatica altrui.

Di cosa sto parlando? Sto parlando di plagio. Carissimi lettori, ho recentemente scoperto che una presunta blogger (se tale può essere definita una persona che non conosce la differenza tra o ed ho) ha copiato alcuni contenuti dal mio blog personale e da Sogni d’inchiostro con cui collaboro.

Colgo l’occasione per denunciarla qui su papaergirlinapapertown perchè il mio blog prima di essere un lifesyle blog è soprattutto un blog di denuncia. Purtroppo scrivere online ha molti vantaggi ma ahimè persino tanti, forse troppi lati negativi. Uno di questi è il non essere tutelati in caso di frode e plagio poichè tutto ciò che si posta online è pubblico e chiunque può usufruirne.

La mia storia si incrocia con questa persona nel lontano Gennaio 2016 quando l’editor di Sogni D’inchiostro dopo averla licenziata, sceglie me per prendere il suo posto nella cura della rubrica settimanale delle recensioni. Subito sua madre contatta la pagina ufficiale del sito web denigrando il mio modo di scrivere e le mie recensioni che a suo dire erano piuttosto scadenti, talmente scadenti che sono state sul podio degli articoli più letti del sito web per almeno una settimana ma soprattutto talmente scadenti che un mese dopo la figlia ha utilizzato il mio esatto stile per scrivere le sue di recensioni che scadenti lo erano e lo sono tutt’ora. Inutile dire che la contatto immediatamente  per chiederle di smettere di copiare il mio stile poichè le copie non piacciono a nessuno soprattutto se fatte male. Lei si scusa dicendo che non aveva realizzato di avermi copiata e che non lo avrebbe fatto più.Ovviamente sul momento cancella tutti i post simili ai miei dal suo blog in modo tale da farmi apparire poco credibile ma qualche settimana dopo ricomincia a scrivere utilizzando nuovamente il mio stesso stile di scrittura. Dopo quell’episodio, la lotta tra lei, i suoi 3 blog e sogni d’inchiostro non è mai finita ma io ho sempre deciso di non intervenire, almeno fino a quando non mi sono accorta che per la seconda volta quest’individuo ha copiato da me non contenuti che erano presenti sul sito web ma, udite, udite contenuti che sono tutt’ora presenti su Papergirlinapapertown. Ieri sera ho deciso di contattarla nuovamente dopo mesi e mesi. Lei mi ha bloccata su facebook e su twitter. Dopo circa una mezz’oretta mi arriva un suo messaggio in cui lei mi dice che è andata dall’avvocato e che se non la smetto mi denuncia al che io le mando gli screen dei miei post e dei suoi e lei non riesce a ribattere, mi dice che non conosce il mio blog e che riguardo al mio stile, se faccio un giro online vedrò che lo utilizzano tutti. Sulla base di questa sua teoria del tutto infondata, vi lascio qui i link di una mia recensione, una sua recensione (ditemi voi se non vi sembra una copia della mia) e delle recensioni scritte da altri blogger di mia conoscenza; Carmelo e LaMartyna ad avvalorare la mia tesi che facendo un giro online si trova gente che scrive in modo differente. C’è chi per recensire utilizza le stelline, chi utilizza i numeri da 1 a 5 e chi li utilizza da 1 a 10. C’è chi sceglie di scrivere una recensione breve e coincisa per evitare spoiler e chi invece come me decide di scrivere recensione dettagliate. C’è chi decide di soffermarsi su determinati aspetti e chi decide di soffermarsi su altri o addirittura di non soffermarsi per niente. Ma una cosa posso assicurarvela, girando sul web non troverete mai un book blogger che scrive in modo simile o in questo caso identico ad un altro.

Ognuno ha il proprio modo di recensire. La bellezza dei blog sta proprio nella loro varietà. Se scrivessimo tutti nello stesso modo e se scrivessimo tutti le stesse cose non avrebbe neanche più senso scrivere.

Tra l’altro ha anche copiato la mia bio.

Vi chiedo estrema collaborazione, se vi rendete conto che questa persona continua a prelevare contenuti dal mio blog o da altri blog senza permesso, per favore segnalatela.

Impieghiamo giorni e giorni per poter pensare a dei contenuti particolari e adatti al nostro blog poi in un attimo arrivano persone come lei, prive di ogni inclinazione alla scrittura, prive di fantasia, che vogliono solo sfondare nel mondo della letteratura sfuttando il duro lavoro altrui.

Vi lascio inoltre il link dell’articolo di denuncia scritto da Chiara, editor di Sogni D’inchiostro.

Pretendete sempre qualità e originalità dai blog che seguite!

Grazie in anticipo, a presto.

ugu

La vostra Consu

 

Pubblicato in: Senza categoria

Buona sera affezzionati lettori, non mi faccio sentire da un pò.

L’inizio delle attività scolastiche mi hanno resa terribilmente impegnata, ma quando posso, rubo 5 minuti del mio tempo, scappo dalla mia frenetica vita e torno qui da voi. Ho evitato di pubblicare il tradizionale articolo da primo giorno di scuola poichè essendo un clichè risulta troppo banale e la banalità proprio non mi si addice! Ciò che posso dirvi è che tutto sembra uguale eppure terribilmente differente e questo mi spaventa. Non amo molto l’ignoto, ormai mi conoscete, non sono molto incline ai cambiamenti soprattutto quelli radicali. Comincio questo nuovo anno scolastico con la consapevolezza che  Non ci sono certezze. Vado dritto per la mia strada e non mi pongo nessun limite. Quest’anno sarò io al 100%. Colgo l’occasione per ricordarvi che Papergirlinapapertown torna con la rubrica delle recensioni già dalla prossima settimana 🙂 .

Il libro che recensirò s’intitola “Il libro di Samuel”. Vi informo anche che oltre alle considerazioni e alla rubrica delle recensioni ci sarà una nuova rubrica ovvero la rubrica di Lifestyle che spero sia apprezzata come le prime due. Lifestyle riguarderà  la mia vita a 360 gradi; vita sentimentale, vita scolastica, cambiamenti e novità. Niente filtri, niente censure, solo io, la vera me. Chi mi segue da un pò ricorderà sicuramente uno dei miei primi articoli su questo blog in cui esprimevo la mia difficoltà a mostrarmi al cento per cento, la mia difficoltà a metterci la faccia e per così dire rischiare. Bene, per la mia gioia e per quella di tutti voi ho deciso di Metterci la faccia finalmente quindi tenetevi pronti perchè a breve conoscerete la vera Consu.

Vi annuncio anche che potrebbe esserci l’apertura di un mio canale youtube.

Detto questo vi ringrazio per la fiducia, per l’affetto e per la pazienza che giornalmente dimostrate di avere nei miei confronti. Non vi deluderò. Spero che continuerete a seguirmi.

A presto, la vostra Consu.

Pubblicato in: Senza categoria

“Ad un certo punto bisogna saper andar via. Io sono il tipo che vuole sempre restare fino all’ultimo, fino a che la festa non è finita, finché c’è vita c’è speranza, fino a che non mi dici chiaramente che è ora di andare. Invece dovrei imparare a sparire, a un certo punto, perché tanto alle persona piace sentire la mancanza di qualcuno, più della sua presenza. Fanno così: dicono che vorrebbero qualcuno che non se ne vada mai, poi lo trovano e sai a chi pensano? A chi non c’è.”
-Charles Bukowski

Pubblicato in: Senza categoria

Giorno

Buon giorno, torno a scrivere qui sul mio seppur poco curato ma decisamente amato blog, dopo un lungo periodo di pausa. La vita di un’adolescente è sempre molto complicata, diventa ancora più complicata però nel momento in cui oltre ai vari problemi di sviluppo fisico e psicologico si aggiungono anche quelli di tipo personale, in particolar modo quelli familiari. Periodo decisamente nero per me. Ho ricominciato a prendere in mano la mia vita solo recentemente. Il blog non è stato il mio primo pensiero purtroppo, soprattutto perchè bisogna essere lucidi per scrivere bene ed io fino a qualche giorno fa non lo sono stata per niente. Vivevo in una sorta di bolla di sapone che mi teneva sospesa tra la mia psiche e il mondo che mi corconda. Quando questa pseudo bolla è scoppiata, diciamo che sono tornata sulla terra ferma e ho dovuto guardare in faccia i miei problemi e affrontarli. è stato un pò come ricevere un pugno in pieno viso ma andava fatto, immagino. Ho avuto risposte che avrei desiderato non ricevere mai ed ho capito finalmente che la vita non è una fabbrica esaudimento desideri. Detto questo, dopo aver illustrato molto in generale i miei problemi e dopo aver giustificato la mia assenza, vi annuncio che cercherò di essere più attiva e di scrivere almeno due articoli a settimana anche se il mio obiettivo è riuscire a scriverne uno al giorno anche perchè non c’è terapia migliore della scrittura! Detto questo, Buon Venerdì a tutti :* . Ci sentiamo presto.

Baci

Consu.

Pubblicato in: Senza categoria

L’arte Della Lettura

Buon pomeriggio a tutti e benvenuti nel mio blog!

Come avrete già intuito dal titolo di questo post, vi introdurrò all’arte della lettura raccontando o perlomeno scrivendo della mia esperienza personale. Ho 15 anni ed ho iniziato a leggere libri al di fuori dell’ambito scolastico quando avevo più o meno 7 anni. non ringrazierò mai abbastanza la mia maestra di italiano delle elementari per avermi condotta in questo fantastico mondo, ovvero quello dei lettori.

Perchè leggere? Sembra una domanda alla quale si può rispondere in maniera semplice eppure non è così.

Si possono leggere libri per tanti motivi, il più comune nonchè più complicato è questo : “La condizione Umana.” Mi spiego meglio, siamo Umani e la nostra condizione ci porta ad essere costantemente insoddisfatti della vita che conduciamo, ragion per cui tentiamo di evadere dalle insoddisfazioni della nostra vita e ci rifugiamo in posti lontani e sconosciuti, scappiamo via. Esistono miriadi di modi per evadere, c’è chi ascolta musica, chi viaggia, chi guarda film o serie televisive e c’è chi legge. Io rientro nell’ultima categoria ovvero quella della ragazza insoddisfatta che si rifugia nei libri. Ecco, questo era uno dei tanti motivi per cui è importante leggere, oltre al fatto che i libri aiutano tantissimo dal punto di vista linguistico, a scrivere e a saper parlare in maniera corretta, aprono la mente e ti consentono di osservare il mondo da diverse angolature e prendere in considerazione punti di vista che non avevi mai considerato. In più, se vuoi viaggiare attraverso epoche lontane, future o passate che siano, luoghi bellissimi del mondo o luoghi incantati ad un prezzo bassissimo, i libri fanno proprio per te! Nel mio blog, recensirò i libri che più preferisco e consiglierò letture, se volete consigli o volete parlare delle vostre esperienze potete contattarmi su instagram @papergirlinapapertown , su witter @consutiralongo o scrivermi a consutiralongo@gmail.com.

Il primo libro che recensirò, a breve sarà : “Il figlio maschio” di Giuseppina Torregrossa

a presto!