Recensioni

L’Anno che a Roma fu due volte Natale di Roberto Venturini -Recensione

Roberto Venturini, classe 1983, ha esordito nel 2017 con Tutte le ragazze di una certa cultura hanno almeno un poster di un quadro di Schiele appeso in camera, vincitore del Premio Bagutta Opera Prima, nonché soggetto della premiata serie web omonima, visibile su YouTube. Nel suo nuovo romanzo, L’anno che a Roma fu due volte Natale, edito SEM ed ex candidato al premio Strega, c’è il gusto per il revival e la citazione, il vernacolo e le situazioni grottesche, che permettono all’autore di affinare il proprio stile, regalando un’opera peculiare con un intreccio unico nel suo genere.